#FUD è l’acronimo di Fear, Uncertain an Doubt (Paura, Incertezza e Dubbio) che molto spesso, a volte troppo, influenzano le scelte avventate di molti di coloro che si avvicinano al mondo bitcoin o crypto in generale.

Capita molto spesso infatti che il momento dopo che si sia “investito” in bitcoin ci si imbatta in notizie apocalittiche, molte volte sono notizie che hanno il solo scopo di attirare click, e che queste notizie corrispondono in un momento di “correzione” al ribasso del valore dei bitcoin.

L’incertezza data dalle notizie, unite alla paura di perdere quanto “investito” genera forti dubbi che portano molte volte a ritirare avventatamente il capitale investito senza tener presente che in quel modo si possano riportare delle perdite.

Nel mercato non regolamentato di bitcoin può accadere che imbastire una campagna di FUD faccia crollare il prezzo per permettere a chi volesse investire di comprare a prezzi più vantaggiosi.

Fino a non molto tempo fa la forte oscillazione di prezzo su un exchange permetteva, a professionisti del settore, di comperare su exchange in forte FUD e vendere in altri dove quelle notizie non avevano ancora attecchito. Ora gli exchange sono fortemente comunicanti fra di loro e l’effetto FUD fa molto meno presa sulle operazioni di arbitraggio.

Ma le notizie FUD fanno comunque molto scalpore sui social media specialmente quanto vengono ripresi, senza alcun controllo, sui media “istituzionali”.

E questo accade anche con notizie vecchie di mesi se non a volte anni.

La regola fondamentale è: STUDIARE

Se si decide di “investire” in bitcoin (e ancora di più se lo si fa in altre crypto). Bisogna conoscere molto bene quello in cui si investono i propri soldi, avere delle posizioni che non dovrebbero mai superare quanto consentito per il vivere quotidiano e considerare il fatto che si possano perdere per intero.

Ma questi non sono suggerimenti di investimento.